Skip to main content
Storia dei Carabinieri

Storia dei Carabinieri

By Flavio Carbone
Storia dei Carabinieri è un podcast dedicato alla divulgazione della storia alla storia dei Carabinieri e dell'Arma alla fondazione (1814) ad oggi.

https://linktr.ee/storiadeicarabinieri

Se ti è piaciuto, lascia una recensione su Apple Podcast/iTunes: https://podcasts.apple.com/us/podcast/storia-dei-carabinieri/id1516917381?uo=4

Condividi l'iniziativa con i tuoi amici! Vi aspettiamo!
Listen on
Where to listen
Apple Podcasts Logo

Apple Podcasts

Breaker Logo

Breaker

Google Podcasts Logo

Google Podcasts

Pocket Casts Logo

Pocket Casts

RadioPublic Logo

RadioPublic

Spotify Logo

Spotify

Piccole storie 001. Una piccola storia. Il Carabiniere Giovanni Paderni
Con "una piccola storia. Il Carabiniere Giovanni Paderni", Storia dei Carabinieri avvia un nuovo piccolo progetto dedicato alla narrazione di vicende che hanno visto protagonisti i Carabinieri, quelli più modesti, quelli che appartenevano alla bassa forza, quelli del servizio diuturno senza troppe pretese.  Giovanni Paderni svolse il suo servizio di leva nell'Arma dei Carabinieri Reali dal 1894 al 1899 quando al termine del suo servizio fece ritorno a casa, nella sua #Bornato, ora frazione del comune di #CazzagoSanMartino, in provincia di #Brescia. Grazie ai ricordi di famiglia è possibile ricostruire qualche vicenda meno nota e, a nostro giudizio, interessante del ruolo di questo militare dell'Arma dell'epoca. L'episodio è realizzato in collaborazione con Matteo Paderni, discendente diretto del #Carabiniere e responsabile del profilo Instagram regio_esercito, che ringraziamo sentitamente per la sua adesione all'iniziativa e collaborazione al progetto.  Ne approfittiamo per segnalare il suo profilo Instagram (e anche il nostro) certi che chi ascolta questo #episodio del nostro #podcast possa diventare suo follower sul social network fotografico per eccellenza. Se avete avuto parenti nell'Arma dei Carabinieri e volete condividere con noi le storie di famiglia potete contattarci direttamente dove preferite, qui i contatti.  Buon ascolto!
18:14
October 20, 2021
Episodio 28. Il Galateo del Carabinieri di Gian Carlo Grossardi
In questo episodio sono presentati Gian Carlo Grossardi e la sua opera più famosa, il Galateo del Carabiniere. Il volume fu pubblicato nel 1879 dall’editore Candeletti a Torino, allorquando vi svolgeva servizio quale aiutante maggiore presso la legione allievi Carabinieri.  Si tratta di un opera che ebbe un discreto successo iniziale e che poi fu presente a lungo nelle caserme dell'Arma. Dopo circa un secolo essa fu ristampata dal Comando Generale dell'Arma dei Carabinieri. Più recentemente, Storia dei Carabinieri ha realizzato il progetto di lettura dell'intero libro ora reperibile sia sul nostro canale YouTube, sia nel video del profilo Instagram.
12:34
October 13, 2021
Extra 001. La commemorazione del 7 ottobre 1943 al Museo Storico dell'Arma (4 ottobre 2016)
L'episodio #extra 001 è stato realizzato grazie alla registrazione audio della commemorazione del 7 ottobre 1943 (la cattura dei Carabinieri a Roma da parte dei tedeschi) tenutasi presso il Museo Storico dell'Arma dei Carabinieri il 4 ottobre 2016. La registrazione integrale è stata fatta dal vivo senza intervenire con riduzioni e tagli. Dopo una presentazione da parte del colonnello Alessandro Della Nebbia, all'epoca Capo Ufficio Storico del Comando Generale dell'Arma dei Carabinieri, la parola è stata ceduta al Generale (r) Vincenzo Pezzolet, uno dei più importanti storici dei Carabinieri e poi alla professoressa Annamaria Casavola, autrice di un volume intitolato 7 ottobre 1943. La deportazione dei Carabinieri nei lager nazisti fuori catalogo e di una nuova edizione Carabinieri tra resistenza e deportazione. 7 ottobre 1943 - 4 agosto 1944. Hanno poi preso la parola dall'uditorio il generale (r) Goffredo Mencagli, il generale (c.a.) Cesare Vitale, compianto presidente dell'ONAOMAC scomparso nell'aprile 2021 e il professor Fabio Barbaro dell'Associazione Nazionale Volontari e Reduci Garibaldini di Roma. La conclusione dell'intervento è stata lasciata al colonnello Della Nebbia
01:22:52
October 6, 2021
Episodio 27. I regolamenti degli anni Novanta
Il tema dell’episodio sono i regolamenti degli anni 90 (l'Istruzione per la tenuta degli uffici e del carteggio e il Regolamento d’istruzione e di servizio). l 2022 rappresenta un anno particolare per la storia dei Carabinieri. Si può celebrare il secondo centenario di pubblicazione del regolamento generale del corpo dei Carabinieri Reali 1822. In questo senso ci è parso utile dedicare un intero episodio a tracciare il percorso del regolamento del 1822 sino alla mutazione nel 1892. Tale narrazione non poteva esonerarci dal trattare anche l'istruzione per la tenuta degli uffici e del carteggio, che rappresenta il primo tentativo di organizzare in modo unitario e organico tutta la gestione documentaria all'interno dell'Arma dei Carabinieri Reali. Per un approfondimento si rinvia a Flavio Carbone, Tra carte e caserme: Gli archivi dei Carabinieri Reali (1861-1946), Roma, Stato Maggiore della Difesa, 2016, pp. 725, ISBN 9788898185290. Il testo oramai esaurito si può scaricare in formato adobe acrobat dal sito della difesa, area storica, cercando il testo nella libreria consultabile. Alla prossima!
20:38
September 29, 2021
Episodio 26. Controllo della circolazione stradale
Questo episodio offre la possibilità di avere una idea piuttosto generale sulle attività di controllo della circolazione stradale dall'Unità d'Italia alla seconda Guerra Mondiale. Non c’è alcuna pretesa di fare una narrazione puntuale, non basterebbero due tomi.  Per quello che può essere il contributo di questo progetto, ci è parso utile far conoscere il ruolo dei Carabinieri nel controllo dei movimenti delle persone e delle merci. Una piccola panoramica senza alcuna ambizione di completezza ma qualcosa per dare un’idea. Per approfondire si rinvia a Flavio Carbone: La stampa per l’Arma in età umbertina. “Il Carabiniere. Giornale settimanale illustrato”, in Nicola Labanca (a cura di), Fogli in uniforme. La stampa per i militari nell’Italia liberale, Milano, Unicopli, 2016, pp. 105-151. “Controllo del traffico o delle persone? Le forze dell’ordine italiane e le vie di comunicazione tra Otto e Novecento” in Livio Antonielli (a cura di), La polizia nelle strade e nelle acque navigabili: dalla sicurezza alla regolazione del traffico – Convegno internazionale di studi, Abbiategrasso, 27-29 novembre 2014, Soveria Mannelli, Rubbettino, 2018, pp. 347-376. Vi aspettiamo sui nostri social https://linktr.ee/storiadeicarabinieri
18:45
September 15, 2021
Episodio 25. le calamità naturali di fine secolo
Nel corso della seconda metà del XIX secolo e soprattutto dopo l'Unità d'Italia i Carabinieri si resero protagonisti di numerosi atti di coraggio e di valore civile strettamente connessi alle operazioni di soccorso in occasione di pubbliche e private calamità, naturali o causate dall'uomo. In questo senso, va riconosciuto che furono tanti i militari dell'Arma che ricevettero riconoscimenti per quanto fatto rischiando la vita per salvare quella dei cittadini in difficoltà. Questo è un piccolo contributo a quanto fatto. Credits per l'immagine: wikimedia commons, Comerio,_Luca_(1878-1940)_-_Rovine_dopo_il_terremoto_di_Messina_(dicembre_1908)  Comerio,_Luca_(1878-1940)_-_Rovine_dopo_il_terremoto_di_Messina_(dicembre_1908)
14:31
September 1, 2021
Episodio 24. La scuola per marescialli d'alloggio aspiranti al grado di sottotenente (1883-1907)
Tra il 1883 e il 1907, presso la legione allievi Carabinieri Reali fu avviato un progetto formativo particolarmente interessante dedicato alla preparazione dei marescialli d'alloggio che erano ritenuti idonei al grado superiore dai loro comandanti di legione: la scuola per marescialli d’alloggio aspiranti al grado di sottotenente. I sottufficiali frequentavano un corso di circa 4 mesi al termine del quale avrebbero dovuto sostenere un esame di idoneità che corrispondeva anche, tutto sommato, a una valutazione di avanzamento al grado superiore, alle sospirate spalline da sottotenente. In questo modo, i neopromossi ufficiali avrebbero potuto raggiungere senza troppe difficoltà il grado di capitano e ciò rappresentava una caratteristica importante che ha sempre contraddistinto i Carabinieri rispetto la restante parte dell'Esercito. L'esperienza cessò nel 1907, con l'istituzione della "Scuola Allievi Ufficiali dei Carabinieri Reali", un istituto di prim'ordine che mirava a dare una formazione a livello universitario. Per approfondire, si consiglia il volume di Flavio Carbone, Gli ufficiali dei carabinieri reali tra reclutamento e formazione (1883-1926), Soveria Mannelli, Rubbettino, 2013, reperibile sullo store della casa editrice o su Amazon. Vi aspettiamo sul nostro canale Telegram!
16:32
August 17, 2021
Recensione 01. La forza di una nazione. I Carabinieri caduti nella guerra della Repubblica contro la mafia, di Antonio Cioccoloni
Il volume "La forza di una nazione. I Carabinieri caduti nella guerra della Repubblica contro la mafia" vuole rappresentare un contributo alla memoria dell'impegno dei Carabinieri in una lotta lunga e sanguinosa dove il prezzo pagato dai militari dell'Arma fu spesso molto alto. Antonio Cioccoloni, Carabiniere con esperienza acquisita in diversi contesti professionali, presenta sinteticamente alcuni episodi tra i più significativi, segnalando il valore offerto dai militari con la bandoliera e i riconoscimenti che alcuni di questi ricevettero per il coraggio e il sacrificio. Integrano il volume un interessante studio di Paolo Gaspari su Ugo Luca e in particolare sulla sua azione di contrasto al fenomeno mafioso e un elenco dei Carabinieri caduti dal 1946 al 2018 lottando contro la piovra. Il volume è acquistabile direttamente dal sito di Gaspari Editore, oppure ordinandolo su Amazon, qui. 
08:15
August 11, 2021
Episodio 23. La stampa per l'Arma dopo l'Unità d'Italia
Come nasce l'editoria rivolta ai militari dell'Arma dei Carabinieri, quali gli scopi, che bacino di utenza? Queste e altre domande ricevono altrettante risposte nell'episodio 23 dedicato alla stampa specializzata a favore dei Carabinieri che sembra prendere piede soprattutto tra il decennio 1870 e quello successivo per declinare rapidamente con il nuovo secolo.  L'episodio focalizza l'attenzione sulla rivista più famosa "Il Carabiniere", ma ricorda anche le altre "consorelle" che si sono disputate il difficile terreno della promozione sociale che molti Carabinieri sono riusciti a ricevere attraverso lo studio e l'apprendimento di quelle nozioni che proprio le riviste di settore cercarono di fornire in quegli anni. Non mancarono problemi e frizioni ma questi non riuscirono a frenare quella crescita professionale e culturale che i semplici militari dell'Arma perseguirono spesso con forte determinazione.  L'episodio è liberamente tratto dal contributo pubblicato da Flavio Carbone, La stampa per l’Arma in età umbertina. “Il Carabiniere. Giornale settimanale illustrato”, apparso nel volume curato da Nicola Labanca, Fogli in uniforme. La stampa per i militari nell’Italia liberale, Milano, Unicopli, 2016, 273 pagine. Il volume si può acquistare anche su Amazon (qui).
24:55
August 4, 2021
Episodio 22. Assab la prima stazione d'Africa
Con Assab, la prima stazione d'Africa, si narrano le vicende degli uomini che istituirono il primo presidio dell'Arma dei Carabinieri Reali in terra d'Africa, la stazione Carabinieri del piccolo possedimento nel Corno d'Africa. La ricerca ha permesso di far emergere alcune informazioni sui militari selezionati, sugli equipaggiamenti e su alcune tipicità del servizio d'istituto che i Carabinieri svolsero in quel pezzetto di terra così lontano dalla madrepatria. La storia dei Carabinieri segue le vicende della storia d’Italia. Spesso è una piccola storia, di quelle che si sviluppano a livello locale, poco conosciute e che si dimenticano rapidamente. Altre volte i Carabinieri partecipano alla storia nazionale quella che poi entra di diritto nei libri di storia delle scuole dell’obbligo. In questo caso, a parte alcuni interventi di tipo giornalistico, poco si sapeva degli uomini e del servizio svolto. Informazioni reperite nel corso della ricerca condotta in alcuni archivi.  Oggi si viaggia verso l'Africa!
22:08
July 21, 2021
Recensione 00. Le avventure del Carabiniere Ugo Luca, di Paolo Gaspari
Con il volume di Paolo Gaspari intitolato Le avventure del Carabiniere Ugo Luca, Udine, Gaspari Editore, 2021, 509 pp. si sperimenta un format con cui recensire testi che sono collegati, direttamente o indirettamente, alla storia dei Carabinieri. Abbiamo deciso di iniziare con un soggetto particolare, la vita del generale Ugo Luca, narrata attentamente da Paolo Gaspari in questo volume di 509 pagine.  Per acquistare il volume su Amazon è sufficiente cliccare su questo link. Per l'acquisto sul sito dell'editore, qui. Se invece volete ordinarlo in libreria, vi consigliamo la Libreria Militare. Qualora siate interessati anche all'altro volume di cui si parla nella recensione, lo potete acquistare su Amazon attraverso questo link.
13:17
July 14, 2021
Episodio 21. Una riforma durata 12 anni. L'Arma sul territorio 1868 - 1880
L’episodio affronta una riforma poco nota che fu introdotta nell’Arma con un primo intervento nel 1868 ma che vide il suo periodo più strutturato tra il 1870 e il 1880, con l'eliminazione dei comandi tradizionali dei Carabinieri (divisioni, compagnie e luogotenenze) sostituiti da nuovi titoli (provincie, circondari e sezioni) e continue modifiche territoriali per le legioni con periodiche soppressioni e ricostituzioni di queste. Tale fenomento durò circa 12 anno quando infine si decise di ritornare all’organizzazione territoriale precedente, dimostrando il fallimento del tentativo che era stato condotto in quegli anni.
19:05
July 7, 2021
Intervista 002. Intervista a Diego Scarabelli. La mafia nel rapporto giudiziario del Maresciallo Paolo Bordonaro.
Storia dei Carabinieri ha incontrato Diego Scarabelli, studioso della storia della #mafia, autore prolifico di volumi e saggi sulla storia della mafia dall'Unità d'Italia sino ai giorni nostri, con il quale si è parlato dell'azione di contrasto che i #Carabinieri misero in atto contro questa particolare criminalità organizzata e, nello specifico, attraverso il rapporto giudiziario steso dal #maresciallo dell'Arma Paolo Bordonaro che, alla fine degli anni Venti, fa un quadro molto preciso e chiaro dell'organizzazione criminale e che Scarabelli ha saputo rendere al pubblico attraverso il volume "Lotta alla mafia siciliana" pubblicato qualche anno fa al quale hanno fatto seguito altri studi di livello:  - Il sistema, la prima cooperazione tra stato e mafia 1866-1875 (potete acquistarlo qui); - Mafia, cavalleria del delitto (su Amazon); Da ultimo, un bel lavoro sul 1° reggimento Carabinieri Paracadutisti "Tuscania", pubblicato da Bompiani (qui il link per l'acquisto su Amazon, mentre il formato Kindle lo puoi trovare qui). Buon ascolto!
35:05
June 30, 2021
Episodio 20. Il contrasto al Brigantaggio meridionale
L'episodio introduce brevemente la situazione politica del decennio 1861-1870 nel corso del quale si combatté e debellò il Brigantaggio meridionale per poi tratteggiare il servizio svolto dai Carabinieri. In particolare e a titolo di esempio, è ricordato l'episodio del Carabinieri Macchi caduto nella lotta al fenomeno eversivo. Tra tutti i militari della giovanissima Arma dei Carabinieri Reali si distinse Chiaffredo Bergia, venuto da una famiglia molto povera di Paesana, un paesino nel cuneese, e diventato Carabinieri all'atto del servizio di leva. Egli percorse una carriera molto ricca di riconoscimenti grazie alle capacità e alle doti che adoperò per sconfiggere il brigantaggio in Abruzzo, ottenendo risultati di tutto rispetto che gli portarono la croce dell'ordine militare di Savoia, la medaglia d'oro al valor militare e tante altre ricompense.
19:52
June 22, 2021
Episodio 19 bis. I Carabinieri tra le difficoltà dell'unificazione italiana
Quali furono i problemi di carattere generale che i Carabinieri furono costretti ad affrontare durante un periodo così complesso come l'unificazione nazionale. Continue modifiche normative, introduzione di nuove leggi in materia di organizzazione dello Stato e delle principali materie di interesse tra cui la legge di pubblica sicurezza. Coscrizione obbligatoria. Modifiche al codice penale e al codice di procedura penale. Insomma, si trattò di un periodo molto complesso che mise in seria difficoltà l'organizzazione e i singoli Carabinieri. Seguiteci su https://linktr.ee/storiadeicarabinieri!
17:22
June 8, 2021
Ep. 19 Promo della seconda stagione
Con l'episodio 19 si apre ufficialmente la seconda stagione del podcast "Storia dei Carabinieri". La breve narrazione introduce l’ascoltatore nella struttura della seconda stagione che accenna brevemente ai principali temi trattati. Venite a trovarci ... qui https://linktr.ee/storiadeicarabinieri!
05:28
May 30, 2021
Ep. 18 bis Conclusioni della prima stagione (1814-1861)
Stavolta non parleremo di storia dei Carabinieri.Con questo episodio sono presentate al pubblico alcune brevi conclusioni al termine della prima stagione del progetto, qualche dato e qualche considerazione relativa al futuro di questo podcast e delle altre iniziative già avviate. Buon ascolto!
08:56
January 27, 2021
Ep. 18. 24 gennaio 1861. Nasce l'Arma dei Carabinieri Reali
Con la fine delle principali operazioni militari nel settembre 1860, oramai il processo di costruzione del nuovo Stato era diventato realtà. Vittorio Emanuele II attraversò le Marche e l’Umbria per congiungersi con Garibaldi in quello che passerà alla storia come l’incontro di Teano, ricevendo così il passaggio delle nuove province sotto la diretta gestione del governo sardo-piemontese. Un problema di prim’ordine in tale fase fu la gestione dell’ordine e della sicurezza pubblica. I Carabinieri Reali provenienti dal regno di Sardegna stavano costituendo nuovi corpi (di Carabinieri) che sarebbero poi diventati le legioni del Meridione d'Italia e della Sicilia, ma non era sufficiente. Già si intravedevano i primi atti del Brigantaggio
13:24
January 13, 2021
Ep. 17. i Carabinieri tra la spedizione dei Mille e lunita dItalia
L’episodio inizia con la spedizione dei Mille da Quarto il 6 maggio 1860 verso la Sicilia. Ufficialmente ignorata dal regno di Sardegna, in realtà iniziò a essere apertamente sostenuta dopo la caduta di Palermo il 6 giugno 1860 e portò ai plebisciti di annessione al regno di Sardegna sia dell’Isola il 21 ottobre, sia del Meridione il successivo 23.Quale fu il ruolo dei Carabinieri e come questi entrarono nel più complesso gioco politico e diplomatico di quei mesi febbrili che portarono alla seconda fase del processo di unificazione nazionale?
11:27
December 30, 2020
Ep. 16. La seconda Guerra d'Indipendenza e l'allargamento del regno
La 2a guerra d’indipendenza fu la prima vera campagna che portò un grande risultato alle armi sardo-piemontesi allargando il dominio della casata regnante a nuovi territori come la Lombardia e gli ex ducati.I Carabinieri parteciparono in gran numero alle operazioni belliche ma questa volta i servizi di guida e di scorta furono affidati alla cavalleria e ciò consentì di recuperare preziose risorse per altre funzioni, in particolare da dedicare al servizio di polizia militare e alla raccolta delle informazioni. Inizialmente le stazioni sulla fascia di confine collaborarono direttamente con i reparti dell’esercito mobilitato che aveva bisogno di continue notizie sui movimenti e sullo stato delle truppe nemiche oltre confine. Risolte le questioni di carattere militare, i Carabinieri furono immediatamente impegnati nella ricostituzione dei corpi di polizia che guardavano al modello piemontese nella parte dei territori che sarebbe dovuta entrare a far parte del regno di Sardegna
11:28
December 16, 2020
Ep. 14. La carica di Pastrengo 30 aprile 1848
Il 30 aprile 1848, i 280 uomini a cavallo mobilitati per le esigenze di scorta e di sicurezza del sovrano nel corso della campagna militare caricarono alcuni elementi di fanteria leggera austroungarica. La carica al comando del maggiore Alessandro Negri di Sanfront trascinò le brigate di fanteria che stavano procedendo all'attraversamento di un corso d'acqua poco distante e consentì di raggiungere le alture di Pastrengo prendendo possesso di una posizione favorevole contro il nemico. La carica di Pastrengo rappresenta, al pari di altre azioni condotte dai Carabinieri in battaglia, l'esperienza militare del Corpo nel corso delle operazioni belliche.
13:41
November 18, 2020
Ep. 13. I Carabinieri nella prima Guerra di Indipendenza
Con l'avvio della mobilitazione delle forze sardo-piemontesi il 1° marzo 1848 scoppiò la prima Guerra d'Indipendenza italiana. Anche i Carabinieri parteciparono alle operazioni militari.Quale fu il ruolo dei Carabinieri? Polizia Militare, organismo di tutela e protezione delle autorità, forza dell’ordine, servizio informativo. Dunque i Carabinieri assolsero parecchi incarichi nel corso della campagna che cercheremo di semplificare e renderle più chiare possibili.
08:09
November 4, 2020
Ep. 12. Il contrasto alla criminalita diffusa. Il caso Delpero
Con la cattura del bandito Delpero la storia ci porta agli anni Cinquanta del XIX secolo, quando nel Piemonte di Cavour la criminalità, anche organizzata, spesso imperversava nelle campagne e si scontrava con i Carabinieri.Perché questo è importante? Perché aiuta a comprendere come il fenomeno del banditismo e della criminalità diffusa soprattutto nelle zone rurali dell’Italia non fosse una caratteristica del Meridione ma anzi soprattutto nel Nord Italia era un problema molto sentito. Come spesso accadeva, il servizio dell'Arma era rischioso e non privo di pericoli come ci racconta questa vicenda.
15:51
October 21, 2020
Ep.11 Lorganizzazione e le funzioni dei Carabinieri nel Regno di Sardegna
Nel corso degli episodi precedenti abbiamo dato qualche indicazione sui territori dove operavano i Carabinieri. In questo invece parleremo della loro organizzazione e dei compiti che erano chiamati a svolgere. Si daranno indicazioni anche sul "Corpo dei Carabinieri Veterani" che fu costituito nel 1841 e delle sue trasformazioni.
17:41
October 7, 2020
Ep. 10. Il reggimento cavalleggeri di Sardegna 1833-1853
Con l'ascesa al trono di Carlo Alberto, si procedette alla riorganizzazione dell'Esercito, all'epoca chiamato Armata Sarda e alle forze dell'ordine. Nel 1832 i Carabinieri Reali che erano sull'Isola di Sardegna da un decennio furono sostituiti dal nuovo corpo denominato Reggimento Cavalleggeri di Sardegna. I Carabinieri lasciano l'Isola nell'aprile dell'anno successivo e sino al 1853 non vi fecero più ritorno. I Cavalleggeri dovettero garantire l'ordine e la sicurezza pubblica per circa un ventennio scontrandosi con la criminalità locale che si dimostrò, in più occasioni, piuttosto agguerrita. Con la concessione dello Statuto Albertino e la riorganizzazione dello Stato sardo, il Reggimento fu sciolto e molti dei suoi militari transitarono nel nuovo Corpo dei Carabinieri Reali di Sardegna che seguì quello di "Terraferma". Solamente con l'Unità d'Italia il corpo fu sciolto per costituire la 3 legione Carabinieri Reali, poi Legione di Cagliari.
14:05
September 23, 2020
Intervista 001. Intervista a Vincenzo Pezzolet, le uniformi dei Carabinieri nel Regno di Sardegna
Con questo primo episodio Extra si offre un contributo nuovo strutturato sull'intervista a un personaggio che si è occupato di storia dei Carabinieri. In questo caso, il Generale Vincenzo Pezzolet è uno studioso che ha dedicato molto del suo tempo alla ricerca storica e si è dedicato particolarmente alle uniformi. Con lui parliamo delle uniformi del corpo dei Carabinieri Reali dal 1814 al 1861.
36:57
September 16, 2020
Ep.9 I tentativi insurrezionali in Savoia 1830-1834. Giovan Battista Scapaccino MOVM
Gli anni 1839-1834 furono contrassegnati da un nuovo ciclo di insurrezioni e di tentativi rivoluzionari in tutta Europa. In Italia in particolare questi non ebbero successo e nello specifico fallì il tentativo mazziniano in Savoia dove perse la vita il Carabiniere Reale Giovan Battista Scapaccino, prima medaglia d'oro al valor militare di tutta l'Armata sarda
09:59
September 9, 2020
Ep8. Le uniformi sotto Carlo Alberto (1831-1848)
Nella storia delle uniformi dei Carabinieri, il 1833 è l’anno di svolta; l’intero capo terzo del titolo sesto del regolamento « sopra il corredo, la montura, e le divise delle Armate di Terra e di Mare, nonché delle Amministrazioni, e dei diversi Servizi Militari» era riservato alle uniformi dei Carabinieri.Il testo disciplinava secondo la volontà del nuovo monarca le uniformi dell’intero esercito sardo-piemontese e, in tale regolamento, furono riportate le modifiche più importanti alle tenute del corpo dei Carabinieri Reali.
09:13
August 26, 2020
Ep.7 I Carabinieri Reali in Sardegna e i loro antenati 1726-1832
La presenza dei Carabinieri in Sardegna fu una conseguenza dei moti del 1821 e della necessità di riorganizzare il servizio delle forze dell’ordine in tutto il regno, estendendo all’isola il servizio già disimpegnato sui restanti domini dei Savoia. Per un decennio 1822-1832 furono la forza dell'ordine sull'Isola dopo aver sostituito altri corpi militari che risalivano al 1726 e che ora rappresentano gli antenati della legione Carabinieri Sardegna
20:40
August 12, 2020
Ep.6 Il Regolamento Generale del Corpo dei Carabinieri Reali (1822)
Il regolamento generale del Corpo dei Carabinieri Reali del 1822 rappresenta, secondo l’opinione comune degli studiosi del settore, il primo regolamento vero e proprio per l’Arma. Il testo a stampa contiene anche le Regie Patenti del 16 ottobre 1822 con le quali fu approvato il regolamento, le Regie Patenti sempre dello stesso giorno con le quali si estese il servizio all’Isola di Sardegna, già assegnata a altri corpi militari con funzioni di polizia e la lettera scritta a mò di introduzione a firma del generale d’Oncieu de la Bâtie.
13:44
July 29, 2020
Ep.5 i moti del 1821 e le conseguenze per i Carabinieri
I moti in Piemonte ebbero origine dalle insurrezioni di Cadice, di Palermo e Napoli. Tuttavia gli esiti non furono felici per nessuno dei diversi tentativi di ottenere una costituzione. In Piemonte i Carabinieri vissero momenti di grande tensione cercando di garantire la sicurezza pubblica in una situazione politica molto complessa. Alcuni militari aderirono al moto ma la maggior parte rimase fedele a casa Savoia tanto che il corpo dei Carabinieri Reali non subì gli stravolgimenti che i reparti dell'Esercito subirono con scioglimenti e nuove denominazioni. Al contrario, oltre alla costituzione dell'Ispezione Generale, si decise di estendere il servizio all'Isola di Sardegna che sino a quel momento era stata esclusa dall'azione dell'Arma
15:43
July 15, 2020
Ep.4. Alcune curiosita nei primi anni di vita
L'episodio tratta di polizia stradale, di assorbimento di altre forze dell'ordine, di corpi militari con funzioni simili a quelle dei Carabinieri come i Carabiniers du Prince del Principato di Monaco, del contrasto ai gabellatori e della costituzione delle suddivisioni rette da marescialli d'alloggio.
15:57
July 1, 2020
Ep.3 la prima uniforme
L'episodio descrive brevemente l'uniforme in uso ai Carabinieri nei primi anni della vita del Corpo, dal 1814 in avanti almeno fino alle riforme carloalbertine.
11:23
June 24, 2020
Ep.2 Grenoble e le disposizioni normative del 1816
Durante i cosiddetti "100 giorni" di Napoleone Bonaparte dopo la fuga dall'isola d'Elba, i Carabinieri Reali furono impegnati nelle operazioni militari in risposta alle azioni francesi. Famosa fu la carica di Grenoble in cui i Carabinieri si distinsero. L'episodio tratta anche delle regie patenti del 15 ottobre 1816 e delle determinazioni del 9 novembre successivo che intervennero sui compiti e l'organizzazione del giovanissimo corpo.
13:17
June 10, 2020
Ep.1 La fondazione del corpo dei Carabinieri Reali
Con la caduta di Napoleone Bonaparte, si avviò il processo della Restaurazione. Vittorio Emanuele I di Savoia rientrò così in possesso degli "Stati di Terraferma" dopo aver vissuto esiliato in Sardegna. Tra le poche novità introdotte vi fu proprio la creazione del corpo dei Carabinieri Reali, argomento di questo episodio
16:20
May 27, 2020